domenica 30 giugno 2013

Festa

Vi auguro una splendida e solare domenica!

Anna


Cupcake realizzato da Michela Lucchin

venerdì 28 giugno 2013

Lugana

La settimana scorsa ho ricevuto una telefonata.
La cugina di mio marito ci invitava nella loro azienda agricola.
Non mi sono lasciata perdere quest'occasione 
ed ho accettato volentieri l'invito.


Ho scoperto che non si trattava di una semplice fattoria
bensì di un'azienda che produce Vini Doc da decenni.


E' stata una piacevole scoperta.


Mi piace ascoltare esperienze di vita,
la storia di ognuno rappresenta per me un
arricchimento personale.


Abbiamo inforcato le bici e abbiamo visitato il vigneto.
Curiosi e felici di imparare abbiamo fatto mille domande.


Il vigneto ha circa trent'anni.
Ogni anno si verifica che la vite produca
e in caso contrario la si sostituisce.


Si producono Lugana, Garda classico Chiaretto e Rosso.


In questo periodo si stanno potando i tralci.


Le viti non sono piantate a caso, le varietà 
vengono scelte per poter produrre Vini Doc:
esatte proporzioni di determinati tipi di vite.
Solo queste danno il Garda.


Il Lugana, invece, deriva da un uvaggio di
 Trebbiano di Soave in purezza.


Per i proprietari è stata una scelta di vita,
oggi portata avanti dai figli.


Una volta concluso il nostro percorso ci siamo soffermati in cantina.
Abbiamo sorseggiato del buon vino e non 
abbiamo potuto far a meno di tornare a casa con le ns. bottiglie!


Bevete buon vino:
uno dei piaceri della vita!


Link utili:

L'azienda: 
"Azienda Agricola Milan Bordignon"
Via dei Colli Storici, 106
25015 Desenzano d/G
fraz S.Martino d. Batt. (BS)
tel. e fax 030 9910145
email: milanbordignon@gmail.com

lunedì 24 giugno 2013

Matrioske

Buon lunedì!
Oggi iniziano per me le "vere" giornate estive:
io e i miei figli siamo a casa 24 ore su 24!

Questo significa tenerli impegnati
lasciando loro però il tempo di riposare.

Se anche voi siete nella mia stessa situazione,
ecco un aiuto per passare qualche ora.

In occasione della Festa del Bambino,
la ns. scuola materna ha chiesto ad ogni famiglia di preparare
tre Matrioske di carta pesta.
Non è stata un'impresa da poco,
ma alla fine il risultato è stato sorprendente!


Quello che vi serve:
- palloncini
- carta di giornale
- cartoncino
-colla vinilica
- pennelli
- colori a tempera o acrilici

aggiungo pazienza e tempo! 


Tagliate tanti pezzettini di carta.
Gonfiate tre palloncini:
uno grande, uno medio e uno piccolo.
Dovrebbero riuscire uno a contenere l'altro.
Preparate un miscuglio di acqua e colla 
e iniziate a pennellare i palloncini attaccando i pezzettini 
di carta in modo da sovrapporli leggermente
senza lasciare buchi. 


Coprite bene tutto il palloncino anche attorno al nodino di chiusura.
Fate almeno cinque strati lasciando asciugare molto bene,
tra una mano e l'altra cercando di non fare pieghe.


Una volta che sentirete che il tutto è 
abbastanza duro, tagliate il palloncino.
Non esattamente a metà, 
tenete la parte alta un pò più piccola.


Rifinite il taglio mettendo dei foglietti incollati 
o della carta velina sul bordo.


Nella parte sopra della Matrioska incollate
all'interno una striscetta di cartoncino.
Dovrà sporgere di circa un centimetro.
In questo modo la "testa" si incastrerà nel corpo.


Ed ora via alla fantasia!
Colorate a piacere la vostra bambola.


Eccovi una selezione di quelle realizzate dalle famiglie 
della scuola materna!




Le mamme russe hanno avuto sicuramente una marcia in più!

Buona settimana!





giovedì 20 giugno 2013

Pacchetto improvvisato

Oggi ho dovuto fare un pacchetto improvvisato. 
Sono stata ospite di un'azienda agricola
ed ho pensato subito di portare qualcosa di dolce.


Il problema era come confezionarlo, 
dato che sono in campeggio. 


Ho preso due salviette ed ho incartato
i biscotti.
Ho usato dei fili d'erba  al posto del nastro.


Ho tagliato i fili d'erba in eccesso
ed ho aggiunto qualche filo annodato al centro. 


Ho preso dei fiori dall'albero che cresce qui in campeggio 
e l'ho usato come fiocco.


Ho usato anche una foglia grande per decorare.


Ed ecco il regalo è pronto.
Qualcuno di voi riconosce questa pianta? 
I suoi fiori sono stupendi. 
Buon fine settimana. 
Anna



mercoledì 19 giugno 2013

Campeggio


Mi piace molto andare in campeggio. 
Mi piace l'aria di libertà che si respira.



Alla mattina mi piace alzarmi presto e
 fare una passeggiata. 
Ma in campeggio presto significa prima delle sette.
Già a quell'ora si vedono mamme e papà assonnati, spingere passeggini con bimbi arzilli e saltellanti che non hanno nessuna intenzione di dormire.
Oppure si incrociano atleti che si allenano prima che arrivi il caldo. 
Non ci sono altre categorie a quell'ora.


Dopo un po' inizia la coda al supermarket per il pane e le briosche appena sfornate. Credo che il campeggio sia l'unico posto dove anche fare una coda è rilassante.
Pian piano poi tutti si svegliano e inizia un via vai di persone e nazionalità. 
Regna la varietà e il caos totale perché in campeggio non ci sono regole. Oguno mangia e dorme quando vuole. C'è chi va in piscina o al mare presto, chi ci sta fino a tardi e chi ci fa un tuffo e via.



Alla sera si può uscire tirati a lucido o in tuta. Si può fare una romantica passeggiata, mangiare un gelato o vedere i balli e gli spettacoli che propone l'animazione. 
È anche vero che si può non fare niente di tutto quello che ho scritto e questo è il bello del campeggio. 
Buon mercoledì. 
Anna

lunedì 17 giugno 2013

Festa

Oggi festeggio ......


i miei primi quarant'anni !!
Buona settimana. 
Anna

domenica 9 giugno 2013

Venezia

Venezia is always a good idea!


Ieri sono stata a Venezia.


Ci sono stata come piace a me:
girovagando senza meta,
evitando le vie affollate 
alla ricerca di nuovi percorsi.


Venezia è un magnifico labirinto.
Ogni volta che giri l'angolo non sai cosa ti aspetta.


Ci sono stata decine di volte, ma non mi basta mai.


Molti luoghi mi sono familiari, ma altri mi piace scoprirli.


Le vetrine sono tantissime,
un piacere per la vista.


Ogni casa ha qualcosa di speciale.


Perfino gli orologi sono dei dettagli che la impreziosiscono,
come il bottone per una giacca.


Ieri mi sono addentrata nelle vie più strette.


Vie che si aprono in altre calli o in campi....


Vie lunghissime, mi sono sentita come una bambina che gioca
a nascondino con un compagno immaginario.


Le percorri fino in fondo per ritrovarti
 con dei gradini che finiscono in acqua.
Ti viene quasi voglia di proseguire.


Torni indietro e osservi di nuovo.
Una lunga corda parte da un balconcino.
Mezzo utilissimo per prendere le cose dal basso senza fare le scale!



Un fico fa da cornice ad una libreria.


Scorci fantastici dove i balconi sono arricchiti di piante e fiori.


Si curiosa dentro i giardini privati.


Si guardano i muscoli di questi uomini che 
trasportano con i loro carretti le mercanzie da una 
parte all'altra di Venezia.
Unico mezzo, assieme alle barche, per fare arrivare
tutto all'interno di questo posto magico.
Ne passano a decine.


Chiese, tantissime chiese.


E mostre. 
Ieri non ne ho visitata neanche una.
Difficile per me resistere alla tentazione,
ma ieri era una splendida giornata di sole
e la bambina che è in me aveva voglia di giocare.


Buona domenica.



Related Posts with Thumbnails