mercoledì 27 febbraio 2013

I have a dream


Nei giorni scorsi mi hanno proposto di entrare a far parte del
mondo di "With and Within".
Un mondo dedicato alle donne.
Sinceramente non ho ancora ben capito come
funziona e cosa devo fare,
mi ci devo applicare un pò,
ma mi hanno mandato l'invito per il concorso 


e allora inizierò da qui.

Non partecipo spesso ai concorsi,
ma un sogno nel cassetto ce l'ho!

Una delle cose che sicuramente mi piacerebbe fare è la Fashion Buyer
 o meglio ancora la Personal Shopper.
Mi piace aiutare gli altri a comprare la cosa più adatta per ogni occasione e/o avvenimento.
Le amiche mi chiamano per andare a fare shopping
 perché le consiglio e le aiuto più che volentieri!

Ultimamente però non ci sono più i negozietti
di una volta, in cui trovavi il capo particolare,
ben fatto, con un buon tessuto ad un prezzo accessibile.
Quei posti nei quali sapevi di aver fatto un acquisto
che sarebbe stato invidiato e ammirato.


(foto via Fresh Hues)

Ecco perché il mio sogno sarebbe di aprire un negozio
dove tutte le creative potessero vendere i loro lavori.
Non parlo solo di abbigliamento e accessori,
ma anche di articoli per la casa e tutto quello
che la fervida mente femminile può far nascere.
Mi piacerebbe che fosse il frutto di una cooperazione di più donne.
Una piccola società, in modo da limitare i rischi.
Dove ognuna potesse trovare il proprio ruolo,
quello che più le si addice.


Al suo interno metterei una vera commessa, non una creativa,
 ma un'esperta
Una di quelle che sa venderti qualsiasi cosa e che è gentile con i clienti
e li tratta con affabilità.
Non una di quelle che sembra infastidita dalla tua presenza.

L'ideale sarebbe trovare una donna con un negozio
sfitto che volesse mettersi in gioco lasciandolo ad altre
donne e guadagnando in base all'andamento stesso delle vendite.


Le creative spesso hanno il problema che devono fare anche da contabili,
 da venditrici, da rappresentanti di sè stesse ecc., e non ne sono in grado.


L'arredo potrebbe essere fatto da creative e quindi a basso costo.

Le creative secondo me dovrebbero lavorare a progetto.
In questo modo sarebbero stimolate a produrre al meglio
ed ha cercare di proporre idee nuove,
oggetti ben rifiniti e al passo con i tempi
seguendo però la propria inclinazione.


Voi potreste dirmi:
"Ma on-line è pieno di negozi così!"

No! C'è una sostanziale differenza.
Molte donne creano lavori con abilità,
sono si delle opere d'arte, 
ma, diciamo, non hanno mercato.
Perché non seguono la moda
o perché non sono funzionali.
La bravura di un bayer è proprio quella
di capire questo, di studiare quello che chiede il mercato.


E poi, si, io sono una blogger e adoro internet,
ma quanto è bello il contatto umano?
Quanto è bello uscire tra amiche a fare shopping
e andare in quel negozietto che ci piace tanto,
dove troviamo quello che ci piace e ci gratifica???
Dove troviamo quella commessa che è simpatica
e sorridente e solo vederla ci mette il buon umore?

Questo è il mio sogno!
Vedremo..........
Se vi piace però,
vi chiedo di votarmi 
QUI su W&W!

Volete conoscere anche voi questo mondo?
Lo potete fare anche attraverso 

Buona settimana!















sabato 23 febbraio 2013

Idee

Ogni tanto qualcuno mi chiede:
"Ma tu da dove le prendi le idee??"

Beh! Sicuramente non stando ferma.

Guardo riviste, vado in giro per negozi,
per fiere, per mercatini.


Navigo in internet,
curioso nei blog,
nelle riviste on-line,
nei vari gruppi di Facebook.


Mi pongo obiettivi,
molti obiettivi e cerco di raggiungerli,
ma più di tutto creo, creo, creo!


L'esperienza è fondamentale.
Provo qualsiasi tecnica.
Quello che vedete qui è un centesimo
di quello che io faccio in realtà.
Mi sarebbe impossibile pubblicare tutto.


Se volete che l'idee vi vengano
dovete lasciarle fluire, osservare,
praticare, provare, sbagliare,
cercare, studiare e pensare,
pensare tanto!


Queste sono le mie creazioni di stamattina,
se vi interessano contattatemi!

Buon fine settimana.






giovedì 21 febbraio 2013

Le strade della vita

Alle volte succede qualcosa e ti rendi perfettamente conto
che la tua vita cambierà.



Non parlo di un grande evento come
può essere un matrimonio o una nascita o, aimè,
una morte, parlo di qualcosa di molto 
più semplice.


Di una frase, una battuta,
uno sguardo.
Ti rendi subito conto che la vita 
ha fatto una curva improvvisa.
Che niente sarà più come prima.


A me è successo oggi.
Un'amica ha scritto un pensiero 
su Facebook che sembrava fatto
per me!


Mi ci sono vista in tutto e per tutto.
Non una di quelle frasi fatte che girano, no!
 Qualcosa di molto profondo, un suo pensiero.


Devo dirvi la verità,
mi sento rivoltata come un calzino.
Come se si fosse aperto uno squarcio 
da qualche parte e un torrente in piena uscisse.


Un torrente di emozioni,
gioie, dolori, pensieri, lacrime.


Questa sarà una giornata che ricorderò sicuramente.
Metabolizzare quello che ci succede è difficile.
Capire quello che proviamo a volte impossibile.


Io oggi devo ringraziare Idra 
per aver condiviso con me la sua personale
esperienza dandomi così la possibilità di dare una svolta alla mia vita.


Molte persone non condividono quello che gli accade 
per paura di essere giudicati o perché pensano 
che certe cose capitino solo a loro.

Io invece sono convinta del fatto che bisogna 
parlare delle proprie disavventure e dei propri 
problemi perché tutti hanno un lato difficile nella loro vita
e saperlo ci può aiutare!

Io oggi "Ricomincio da qui!"



Buona giornata.









mercoledì 20 febbraio 2013

Nerocipria

Buon pomeriggio!

Oggi vi voglio proporre di partecipare ad un giveaway!
Andate QUI sul blog di Cata
e commentate il post!
Potrete vincere questa Shopping Bag che ha la possibilità
di essere personalizzata in base all'umore!


Io la trovo molto modaiola ed originale!!

Ho curiosato anche un pò nel sito di Nerocipria
e devo dire che ci sono delle cosette interessanti!!!



Buon proseguimento di settimana!!!



domenica 17 febbraio 2013

Strafanti

Buongiorno!
Buona domenica!!!

Oggi vi voglio parlare degli "strafanti".



Gli strafanti, quando sei piccolo,
sono quei giocattoli che valgono poco, 
ma che attirano incredibilmente la tua attenzione.
Sono quei piccoli giochi, di plastica scadente,
ma molto colorata che sembrano meravigliosi
e devi assolutamente averne uno!
Quando però chiedi alla mamma,
lei ti risponde:
"No!!! Sono solo strafanti!!!"



Quando sei adulto, come me,
lo strafanto diventa una cosa diversa.
E' qualcosa che non ti serve,
ma che è così bello, così carino,
così accattivante, così "poco costoso"
che lo vuoi a tutti i costi!

Io ho una debolezza per gli strafanti
quando si parla di cancelleria e di bellezza!



Quando ero piccola collezionavo le gomme da
cancellare. Ve le ricordate?
Ce n'erano di tutte le forme,
di tutti i colori 
e, non da meno, di tutti i profumi!!!

Da adulta acquisto di tutto e di più,
una disperazione!

Ieri, invece, ho comprato due o tre strafanti
riguardanti la bellezza!
Mi lascio prendere dal packaging.
Rossetti, lucidalabbra, ma anche smalti
creme, bagnoschiuma....
H&M ne ha di fantastici ad un prezzo
così accessibile che non ci pensi neanche!



Strafanto, al plurale strafanti, vuol dire in dialetto veneto:
una cosa futile, da nulla, di cui non hai bisogno,
che si usa poco, un oggetto strano.
Si dice in modo bonario.
Ai bambini alle volte si dice: "Sei uno strafanto!"
In modo affettuoso, quando fanno un pò i pagliacci 
e ti verrebbe da "strucarli su", da abbracciarli e coccolarli forte.
Strafanto indica anche un capo di abbigliamento
di bassa qualità e non rifinito bene o
che non ha una buona vestibilità!

Allora vi piace questa parola???
A me si, 
anche se spesso mi dicono:
"Ma quanti strafanti hai ???"
Ma ogni tanto mi piace gratificarmi!

Buona giornata.










mercoledì 13 febbraio 2013

San Valentino

Buongiorno!!!
Non so se l'avete capito, ma per me ogni scusa
è buona per festeggiare e creare qualcosa.

Domani sarà San Valentino
e oggi voglio farvi vedere cos'ho realizzato per la mia cena romantica!


Vi servono le famose perline Pyssla
del feltro o un cartoncino colorato ed un nastrino.


Con l'apposito supporto create il cuore con le perline Pyssla
facendo attenzione a lasciare quattro posti vuoti
dove farete passare il nastrino.
Unitele scaldandole con il ferro da stiro.


Lasciatele raffreddare.
Tagliate un cuore di feltro o di cartoncino
un pò più grande di quello realizzato con le perline.
Fate un buco in corrispondenza dell'altro
e attaccatelo usando della colla a caldo.
Poca, mi raccomando, per non colare anche le perle!


Scegliete il nastrino abbinato e legatelo al tovagliolo.


Ognuno in famiglia ha scelto il suo colore 
e i miei figli hanno collaborato alla realizzazione!
Buon lavoro!






martedì 12 febbraio 2013

Ikea

Domenica mattina.
Mi sveglio alle sei.
Alle otto e mezza ho già 2.900 passi al mio attivo.
Guardo l'ora  e penso: "E' tardi!!! Devo andare a correre!"
Rientro, doccia e salgo in macchina, direzione Ikea!
Rifletto e penso che adesso capisco perché mi dicono
che vivo intensamente!


Sfoglio riviste d'arredamento da sempre,
i miei genitori erano appassionati dello Stile Antico.
Io, invece, apprezzo di più lo Shabby Chic


A sedici anni ho iniziato a raccogliere le pagine delle riviste
dove trovavo gli ambienti che più mi piacevano.
Avevo dei raccoglitori suddivisi in base 
alle diverse stanze della casa:
cucina, camera, sala, bagno e via di seguito.


Quando mi sono sposata è stato facile decidere cosa volevo.


Ikea mi dà una grande mano in questo!
Posso spendere il giusto
e scegliere da sola come e cosa fare.


Tutta la mia casa è praticamente arredata con i mobili Ikea!


Adesso sto sistemando la Craftroom.


Nei prossimi acquisti potrebbe esserci questa consolle!


E i tessuti????
Ne ho preso uno, lo vedrete prossimamente! ;)


La novità di quest'anno è l'uso del colore giallo.
Personalmente mi ha affascinato e conquistato,
devo metterlo nella mia wish list.



Fiori finti? Nahhhhhhhhhh!
Preferisco le loro meravigliose e verissime Orchiedee! :)

Buona giornata.



Related Posts with Thumbnails