martedì 29 maggio 2012

Terremoto

In questo blog cerco sempre di parlare di cose 
gioiose, serene, positive, ma questo terremoto
mi impaurisce parecchio.
Stavo cercando delle informazioni utili in
caso di altre scosse ed ho pensato di condividerle con voi.

PREVENIRE
  • Verificare le crepe di casa. Quelle verticali sono le più pericolose  perché indicano poca capacità di sopportare i carichi da schiacciamento.Le crepe oblique, vicine agli angoli, sono meno pericolose ed indicano poca resistenza in caso di pressione dinamica;
  • Tenere accanto al telefono i numeri per chiamare ambulanza, medico e pompieri;
  • Conoscere l'ubicazione di ospedali e percorsi migliori per raggiungerli;
  • Imparare a chiudere centrali di acqua , luce e gas;
  • Fissare bene alle pareti scaffali o mobili pesanti, nonché scaldabagni e forni a gas;
  • Tenere una piccola cassetta per il pronto soccorso e una torcia elettrica (ricordandosi di controllarne periodicamente le pile) in una zona della casa facilmente accessibile e vicina alla porta di ingresso.

DURANTE

  • Mantenere la calma (facile a dirsi, ma a quanto pare di vitale importanza);
  • Aspettare che la scossa termini riparandosi sotto uno stipite, grandi tavoli o letti, una porta in un muro portante, la rientranza di una parete oppure al di sotto di uno spesso trave e negli angoli in genere.
  • Trovandosi poi in automobile è necessario evitare di sostare sotto ponti o cavalcavia, edifici o comunque in zone dove possono verificarsi smottamenti del terreno o frane.
  • I vetri potrebbero esplodere a causa delle vibrazioni, pertanto bisogna stare alla larga anche da porte e finestre in vetro;
  • Le scale sono il punto debole degli edifici, non sono una valida via di fuga;
  • Mantenersi a distanza da mensole, lampadari, quadri, specchi;
  • Ripararsi la testa con cuscini, indumenti od altro. In mancanza ci si può riparare la testa con le braccia, mantenendosi in posizione eretta (per evitare che la schiena divenga bersagli di oggetti in caduta) mettendo le mani sulla nuca ( la punta delle dita deve essere rivolta verso il basso), tenendo gli avambracci sulla testa e tentando di unire i gomiti davanti alla fronte.
  • A scuola rifugiarsi subito sotto il banco e proteggersi la testa con la cartella o lo zaino.
  • Al lavoro arrestare i sistemi automatizzati e gli utilizzatori interrompendo i flussi d'energia elettrica, gas e liquidi combustibili, gas compressi. Negli impianti produttivi arrestare l'immissione di reagenti nei reattori e chiudere i serbatoi di sostanze infiammabili e prepararsi alla lotta antincendio qualora il sisma fosse in grado di alterare i mezzi di contenimento.


DOPO

  • La porte durante la scossa potrebbero essere uscite dai gangheri oppure l'architrave potrebbe aver ceduto rendendone difficoltosa l'apertura: non cercate di strattonare la porta prima di esservi assicurati della tenuta della muratura soprastante;
  • Uscire di casa senza usare l'ascensore e possibilmente senza accendere la luce;
  • Staccare gli interruttori di luce e gas;
  • Spegnere i fuochi eventualmente accesi e non accendere fiammiferi o candele anche se è al buio;
  • Se ci sono perdite di gas aprire porte e finestre e segnalarlo;
  • Guardare in alto e stare lontano dalla possibile traiettoria di oggetti vari;
  • Sostare in zone ampie, come piazze o parcheggi;
  • Se siete in una zona che non ha riportato danni considerevoli, evitate di usare il telefono se non per segnalare casi gravi ed urgenti;
  • Non tempestare di telefonate i centralini dei Vigili del Fuoco, delle sedi amministrative, delle fonti di informazione (giornali, radio, ecc.) o degli Osservatori Sismici;
  • Non utilizzare la propria automobile in modo tale da non ostacolare le eventuali operazioni di soccorso;
  • Non mangiate né bevete nulla se preso da contenitori aperti poiché ci potrebbero essere delle schegge ed il contenuto potrebbe essere inquinato.



Fonti:

2 Chiacchiere tra amiche:

JhOBbyes ha detto...

Giuro: ho una paura incontenibile anche solo a parlarne. Sono molto triste per chi sta continuando a subire il terremoto. Grazie a te per questo post: non sapevo parecchie cose. E speriamo che la terra voglia calmarsi un po'.

Sciccoserie ha detto...

E' una situazione terribile per le persone delle zone colpite, abbiamo sentito le scosse anche in Liguria.
Grazie per le informazioni utilissime.
Sabrina

Posta un commento

Scrivere post mi piace da matti, trovare dei commenti sotto ancora di più!
Anna

Related Posts with Thumbnails