martedì 1 novembre 2011

Mia nonna ha quasi 96 anni.
Per lei andare in cimitero è sempre stato uno dei miei compiti da "adulta".
Per me era un divertimento.


Significava: andare in orto e realizzare due mazzi di fiori.


Se non c'erano fiori in casa si andava in vivaio e
 così avevo modo di curiosare qua e là.


Una volta che i fiori erano pronti, mi facevo una bella camminata
per arrivare in cimitero.


Curiosavo per le stradine del paese seguendo la via che saliva 
leggermente fino ad impennare sotto il cimitero.


Lì immancabilmente mi fermavo a guardare il panorama.
Cercavo di riconoscere le strade viste dall'alto ed osservavo il
gioco di colori e forme creato dalle colture nei campi.


Una volta arrivata in cima prendevo il mio innaffiatoio e cominciavo
automaticamente a pregare come mia nonna mi ha insegnato.


La prima tomba è quella di Don Mario.
Mi raccomando i fiori bianchi!
Pulisco, gli racconto qualcosa e su per le scale...


.....e qui mi perdo a guardare giù, sistemo la tomba di famiglia e 
guardo curiosa quei volti....
Sono 39 anni che non muore nessuno e tutte quelle persone
sono mancate prima che io nascessi, ma le conosco.
Mia nonna mi racconta sempre di loro....
Ci faccio una chiacchierata e scendo felice a casa.



2 Chiacchiere tra amiche:

Giorgia P. ha detto...

Anche io ho una nonna quasi centenaria, e anch'io conservo gli stessi ricordi della giornata dei defunti. Era anche l'occasione per riprendere le vecchie foto in bianco e nero e "conoscere" antenati mai conosciuti. Questo è il giusto spirito....altro che Helloween!

Silvia Brentegani ha detto...

Anna, quanta poesia nelle foto e quanta dolcezza nei tuoi ricordi!!! GRAZIE e tanti auguri di buona salute alla tua nonna!!!
Silvia di toccodililla

Posta un commento

Scrivere post mi piace da matti, trovare dei commenti sotto ancora di più!
Anna

Related Posts with Thumbnails